Ieri alle 8:30 nel mio palazzo, nel centro di Firenze, si è svolto un trasloco, come se nulla fosse: sotto lo sguardo indifferente di due vigili urbani che stazionavano nella piazza su cui erano fermi i camion della ditta di traslochi. Nell’atrio un viavai di facchini, alcuni con mascherina e altri senza, senza la minima […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 13,99€ / mese per il primo anno
( successivamente 14,99€/mese )

Articolo Precedente

Costa Victoria, la nuova nave fantasma

prev
Articolo Successivo

Malati a terra in ospedale, cadaveri in case di cura

next