Ecco una rassegna ragionata delle denunce fatte in questi giorni, in violazione del decreto governativo e di altri episodi realmente accaduti. “Cose all’italiana”, scriveva più di mezzo secolo fa Luigi Barzini.

Speciale Coronavirus - iscriviti alla newsletter e ricevi gli ultimi aggiornamenti nella tua casella.

ISCRIVITI

Dov’è l’auto? A Porto Potenza Picena, in provincia di Macerata, i carabinieri hanno denunciato un uomo che beveva birra al bar di una stazione di rifornimento. L’uomo si è difeso dicendo che era lì per fare benzina ma dagli accertamenti è emerso che “non aveva l’auto con sé”.

Shopping A San Martino di Lupari, in provincia di Padova, un uomo è uscito di casa per acquistare un’arma. Poi è andato dai carabinieri per denunciarla, ma questi hanno denunciato lui per violazione del decreto.

Necessità A Torino, un uomo proveniente da un paese dell’hinterland è stato denunciato mentre andava in giro con una birra in mano. Ha spiegato che la sua “situazione di necessità” era che “voleva scopare le sue fidanzate”. Ribadita nell’autocertificazione: “Ho tre ragazze. Sono venuto a Torino per scopare”.

Aria A Giugliano, in provincia di Napoli, dodici persone sono state denunciate per aver organizzato un picnic nel parco di via Madonna del Pantano. Si sono giustificati così: “Avevamo bisogno di prendere aria”.

L’Umarell A Bologna un pensionato è stato denunciato perché guardava una partita di pallone tra ragazzi, a loro volta denunciati.

La Cravatta A Palermo i carabinieri hanno denunciato un uomo in auto diretto al parco della Favorita. La sua difesa: “Vado a correre”. Era in giacca e cravatta.

La tessera A Tortona, in provincia di Alessandria, un uomo è stato denunciato dopo aver percorso più di venti chilometri in auto, proveniente dalla Lombardia. Ai carabinieri ha detto che andava a fare la spesa in un determinato supermercato perché aveva la tessera a punti in scadenza.

La visita A Busto Arsizio, in provincia di Varese, due pregiudicati di Milano sono stati denunciati perché avevano arnesi da scasso nell’auto. Si sono giustificati dicendo che dovevano far visita a un amico in ospedale.

Amori Ad Acilia, frazione di Roma, un uomo di 34 anni è stato denunciato dai carabinieri sotto l’abitazione della sua ragazza. Prendeva a calci la serranda del garage, dopo aver incendiato un’auto. Poco prima era stato lasciato dalla fidanzata per telefono.

Nel bosco A Pisa, in località Calambrone, due ottantenni, marito e moglie, sono usciti per cercare asparagi in campagna. La donna si è poi persa nella boscaglia. È stata ritrovata addormentata, la mattina successiva. In azione, per tutta la notte, polizia, carabinieri, vigili del fuoco e volontari. Dopo il salvataggio è stata denunciata, insieme con il marito.

Transenne Il sindaco di Forlì, Gian Luca Zattini, ha deciso “a malincuore” di transennare le panchine di piazza Saffi, “dopo aver constatato pericolosi assembramenti”.

Il Calesse A Ercolano, in provincia di Napoli, un uomo è stato denunciato ché andava in giro con “un calesse trainato da un cavallo”. Non ha dato giustificazioni valide.

Rapporti A Canicattì, in provincia di Agrigento, un uomo e una prostituta si sono appartati in auto. Al momento del pagamento, venti euro, la donna ha strappato di mano all’uomo il portafogli. Lui ha chiamato la polizia e i due sono stati denunciati per “inosservanza dei provvedimenti dell’autorità”.

La Spesa Si chiamano “segnalatori civici del web” e sono cittadini che denunciano le violazioni dei vicini. In un caso, una donna ha segnalato il marito perché uscito a fare la spesa “nonostante il frigo fosse pieno”. “Sono convinta che vuole fare altro”, ha detto agli agenti.

Droni Il sindaco di Casamassima, in provincia di Bari, ha annunciato che utilizzerà i droni per controllare i concittadini: “Il nostro territorio è vasto, ora si alzeranno in volo i droni”.

Le voci Ad Acerenza, in provincia di Potenza, tre uomini di età tra i 56 e i 67 anni sono stati scoperti mentre giocavano a carte e bevevano birra in un circolo privato. Il locale era chiuso ma a insospettire i carabinieri sono state le voci provenienti dall’interno.

Urgenza Ad Ancona, un uomo è stato fermato mentre faceva “un acquisto urgente di tessere bollate” in quanto collezionista di francobolli. Era arrivato dalla provincia di Macerata.

La caccia A Sassari, prima dell’ultimo decreto, una donna sarda ma trasferitasi a Milano per venti anni stava per essere segnalata alla polizia da una “donna che la guardava in cagnesco”. “Ho faticato a convincerla, le ho detto che vivo di nuovo qui da cinque anni”.

Pokemon A Busto Arsizio, due fidanzati ventenni sono stati sorpresi con 2,5 grammi di hashish in tasca e i cellulari in mano. Si sono difesi dicendo che stavano giocando a Pokemon Go.

Pedagogia Da un recente discorso di Vincenzo De Luca, governatore della Campania: “In Cina hanno metodi educativi e pedagogici più efficienti, hanno fucilato un 23enne uscito dalla quarantena. L’Occidente non ha questi metodi terapeutici”.

Articolo Precedente

Coronavirus, dalle lesioni al falso: i pm studiano i reati per chi esce

prev
Articolo Successivo

Tracciamento degli utenti, c’è la task force. Ma per l’identificazione serve una legge

next