Il treno Frecciarossa è deragliato all’altezza di Ospedaletto Lodigiano a causa di uno scambio lasciato aperto e che invece era stato segnalato nel “corretto tracciato”. Alla base di questo errore c’è da ieri una certezza: l’attuatore, ovvero l’elemento che apre e chiude lo scambio, aveva un difetto di costruzione nei cablaggi, funzionava cioè al contrario. […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€/mese

Articolo Precedente

Aeroporto Firenze, bocciato il progetto “renziano”. La rabbia di Lotti e Nardella

prev
Articolo Successivo

Il cda fa pranzi luculliani? Ecco il “mini-pasto” del pilota Alitalia

next