Un incontro conoscitivo dentro “Fabrica, il centro di sovversione culturale, un confronto molto stimolante” tra le Sardine e i talenti del futuro, quelli scelti da Oliviero Toscani e Luciano Benetton. Sì, proprio uno dei capostipiti della famiglia che controlla Autostrade per l’Italia e che da mesi è in guerra col governo per evitare la revoca […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Concessioni autostradali, big del casello senza pudore: sono loro a far causa allo Stato davanti al Tar Lazio

prev
Articolo Successivo

Eni, Enel, Intesa: vantano impegni ambientalisti, ma finanziano i combustibili fossili

next