È frastornato e deluso, Antonio Di Pietro, per l’aria di santificazione che tira in questi giorni sul più famoso dei suoi indagati, Bettino Craxi. E anche per un paio di episodi che gli sono capitati. Un signore distinto, sul treno Italo Napoli-Milano, lo ha apostrofato: “Lei è quello che ha rovinato l’Italia”. A Roma, invece, […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€/mese

Articolo Precedente

Dopo Berlino tutti contenti. Ma la pace ancora non c’è

prev
Articolo Successivo

La famiglia di C. pretende un’udienza da Mattarella

next