Piccole donne di una grande rivoluzione. Che persino Elena Ferrante ha scelto quale “chiave di svolta” per le sue Lila e Lenù ne L’amica geniale: d’altra parte tutte vogliono diventare Jo March, l’una perché selvaggia e ribelle, l’altra perché determinata a costruirsi un destino da scrittrice e soprattutto da donna libera ed emancipata. Romanzo eterno, […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 19,99€ per 3 mesi

Articolo Precedente

La dinastia Scarpetta. Eduardo, il re della risata

prev
Articolo Successivo

Arriva il biopic su Elvis: Austin Butler avrà il suo volto

next