Nessuna richiesta al governo, se non quella (tentennante) di abrogare i decreti Sicurezza. Nessun dibattito sul documento (che poi è un post su Facebook) finale. E d’ora in poi niente interviste né ospitate in tv, a meno che non ti chiami Mattia Santori. Dal “congresso” di domenica al centro sociale Spin Time Lab, al netto […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 19,99€ per 3 mesi

Articolo Precedente

Matteo 1 e 2, i bimbiminkia all’assalto finale della Nutella

prev
Articolo Successivo

Il “patois” della Valle d’Aosta, nuovo dialetto di ’ndrangheta

next