La maggior parte non ha ancora compiuto trent’anni. C’è chi non ne ha nemmeno venti. Ma accanto a loro si trova anche qualche capello bianco, di chi ormai va per i sessanta. Hanno per lo più nomi italiani, italianissimi: ma poi spuntano Stephen, Samar, Jamal e Joy. Tanti vengono dall’associazionismo di sinistra, dal volontariato cattolico, […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 19,99€ per 3 mesi

Articolo Precedente

La Cattiveria

prev
Articolo Successivo

Manette & marchette

next