Ah, la dura vita degli stuntmen! “Nella scena clou del video di L’amore è finito il mio personaggio sferra un calcio sulle palle a Giallini”, ride perfidamente Marianne Mirage. “Ma è l’unica sequenza in cui io e Marco siamo sostituiti da controfigure. Per il resto ci siamo entrambi, nel minifilm legato al singolo. Lui mi […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Il muro è caduto ma “The Wall” resiste benissimo

prev
Articolo Successivo

Iannacone, la cronaca che taglia fuori la retorica

next