Nelle indagini sul depistaggio di via D’Amelio, la Procura di Caltanissetta è a caccia di due utenze, una mobile e una fissa, quest’ultima “riservata’’, oggi non più attiva, ma in uso 25 anni fa “verosimilmente’’ ai pm allora titolari delle indagini, Anna Maria Palma e Carmelo Petralia, utenze sulle quali alcune telefonate con Scarantino non […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Soros, gli Agnelli e Sindona jr: chi finanzia la galassia Radicale

prev
Articolo Successivo

Sardegna: Italia Viva recluta la Barracciu, condannata a 3 anni

next