Il viaggio in treno è un rosario di gallerie e la conversazione richiede pause e resistenza. Più o meno come lo scontro nel governo sulla plastic tax, l’imposta da un euro per ogni chilogrammo di plastica monouso. Ma il ministro dell’Ambiente Sergio Costa, “tecnico” indicato dai Cinque Stelle, ostenta buon umore: “Sto andando a Rimini […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 19,99€ per 3 mesi

Articolo Precedente

Ex Ilva, il Dio della siderurgia li manderà all’inferno

prev
Articolo Successivo

Un’agenzia politica e precari a rischio. La ricerca in rivolta contro la manovra

next