Uno dei settori cruciali in cui si misurerà l’effettiva vocazione riformatrice del governo Conte 2 è quello della Giustizia, da decenni in perenne crisi, in cui la carenza di moderne strutture organizzative e funzionali, anche in termini di personale (mancano oltre mille magistrati e altrettanti sono i vuoti nei ruoli delle cancellerie e segreterie) nonché […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

La fragilità saudita aiuta la pace

prev
Articolo Successivo

I giornali “green” del padrone che fabbrica auto

next