Che cosa c’è di più triste di un aereo che non può più volare? Ecco, al pretenzioso Air Force One di Matteo Renzi è toccata questa sorte meschina, condannato a restare a terra in attesa di essere fatto a pezzi come una bestia al macello, “screppato”, come si dice in gergo, oppure rottamato, come avrebbe […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

“Vale, voglio farla finita” E poi scrissi quella email…

prev
Articolo Successivo

Matteo annuncia trionfale: “I miei parlamentari presto saranno 50”

next