E ora la Gronda di Genova. L’uscita forzata di Giovanni Castellucci dalla scena può facilitare la revisione-rinegoziazione del “Sistema Autostrade” auspicata dalla maggioranza di governo. L’ex manager di punta dei Benetton aveva costruito in un ventennio intorno al casello un regime granitico con la complicità della politica e dei governi. Un metodo applicato per proprietà […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

“Aumentano le sanzioni, ma anche i cavilli. Così ne fanno le spese soltanto i poveracci”

prev
Articolo Successivo

Conte si tiene la cassa: a Turco la delega al Cipe

next