Quando Ursula von der Leyen presenta la nuova Commissione europea, che include l’italiano Paolo Gentiloni alla carica degli Affari economici, Giuseppe Conte sta ascoltando il senatore Nencini che gli annuncia la fiducia “dei socialisti”. E da quel punto, per il presidente del Consiglio in carica, si apre il doppio fronte, italiano ed europeo, che ne […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Le sorelle bandiera di Fratelli d’Italia

prev
Articolo Successivo

La squadra di Ursula: alcuni nomi “strani” e più potere al vertice

next