Il capo politico che non è più vicepremier deve restare al centro del gioco, di governo. Essere protagonista o almeno incisivo, più spesso che può: per non farsi smacchiare via da quel Giuseppe Conte che la politica estera voleva e vuole farla in prima persona, e per restare capo, dentro il M5S dove gli contestano […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

fatto a mano

prev
Articolo Successivo

Le sorelle bandiera di Fratelli d’Italia

next