Tre post in quattro giorni. Se non bastasse la frequenza, è sufficiente leggere i titoli degli interventi per capire quanto sia alta la tensione sul voto di Rousseau. “Gli iscritti al Movimento 5 Stelle hanno e avranno sempre l’ultima parola” (27 agosto), “Nel Movimento 5 Stelle decidono gli iscritti” (29 agosto), “Rousseau conta” (30 agosto). […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Zingaretti fuori dalla grazia di dio: “Non potete fare come con la Lega”

prev
Articolo Successivo

Dai clandestini a Renzi: quando gli attivisti vanno “contro” i vertici

next