Provando a guardare lontano, oltre l’orizzonte di questi giorni di trattative e tessiture, cerchiamo di capire quale effetto avrà l’accordo di governo tra due forze che sembravano incompatibili per essersi giurate eterno odio e invece ora provano a costruire una piattaforma per governare insieme. Abbiamo chiesto a Gianfranco Pasquino, professore emerito di Scienza politica, quale […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Dai clandestini a Renzi: quando gli attivisti vanno “contro” i vertici

prev
Articolo Successivo

“Caro Galli, quel 30 è stata una lezione di vita”

next