Ha fatto in tempo a scendere dal Quirinale e a tornare nel suo appartamento romano. Forse per un attimo ha anche pensato di potersi rilassare, almeno per una sera, ora che il primo round si è chiuso e che l’incarico a Giuseppe Conte è cosa fatta. Invece no, perché sul telefono di Luigi Di Maio […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 13,99€ / mese per il primo anno
( successivamente 14,99€/mese )

Articolo Precedente

L’ipotesi: nessun vicepremier per l’“armistizio”

prev
Articolo Successivo

Cos’è il contratto alla tedesca: prima di dire sì l’Spd ha fatto due congressi e un referendum

next