Il secondo giro di consultazioni è iniziato e sarà quello buono. Nel senso che oggi pomeriggio al Quirinale il capo dello Stato si aspetta dalle delegazioni di M5S e Pd la presenza di un “quadro programmatico comune”. È il fatidico “perimetro” che Sergio Mattarella desiderava già la settimana scorsa, al primo giro di colloqui al […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

“Vicepremier o niente”. Le condizioni di Di Maio a Conte e Zingaretti

prev
Articolo Successivo

fatto a mano

next