C’è la poesia del condividere un concetto con migliaia di altri utenti, c’è l’opportunità di dare visibilità al proprio brand o a se stessi senza spendere un euro: l’hashtag, il cancelletto utilizzato sui social network accanto alle parole chiave (#crisidigoverno è il più diffuso in questi giorni) per raggruppare i post su un determinato tema […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Viminale: la partita impopolare del “dopo di lui”

prev
Articolo Successivo

Bari, il concorso infinito. Dieci anni per un posto

next