Sono iniziate ieri le operazioni di bonifica per eliminare il piombo sprigionatosi durante il devastante incendio che, il pomeriggio del 15 aprile, ha causato danni significativi a Notre-Dame. I lavori di delimitazione non riguardano soltanto la storica cattedrale, ma un’area più ampia di 12mila metri quadrati che include l’adiacente piazza Jean XXIII, la rue de […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

L’esplosione nucleare è una “tragedia”

prev
Articolo Successivo

“Rosemary’s Baby”, ovvero il diavolo vestiva Polanski

next