Non smette un attimo di sorridere e di ringraziare per “la fiducia”, Ursula von der Leyen, dopo la sua elezione a presidente della Commissione europea. Ma la realtà è che i 383 voti che ha preso (9 in più dei 374 necessari) sono veramente pochi. Il responso dell’aula di Strasburgo arriva subito dopo le 19:30, […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

La Cattiveria

prev
Articolo Successivo

“O Europa o morte”. Ursula fa la sinistra, ma si salva con Conte

next