Fondi neri per 65 milioni di dollari. Da far arrivare alla Lega di Matteo Salvini. Il tutto attraverso una compravendita di gasolio tra una società russa e l’Eni. Valore totale: 1,5 miliardi dollari, sui quali applicare un discount del 10%, così suddiviso: il 4% al Carroccio e il resto ai funzionari del Cremlino. Questo il […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Madrid-Catalogna, faida anche a Bruxelles: Borrell “spia” il nemico e rischia la nomina

prev
Articolo Successivo

Per chi lavorano davvero i nostri servizi segreti?

next