I commissari straordinari del Consorzio Venezia Nuova, Giuseppe Fiengo e Francesco Ossola, hanno risposto con un ultimatum al provveditore alle Opere pubbliche del Triveneto, Roberto Linetti, che (come anticipato ieri da Il Fatto Quotidiano) ha negato i finanziamenti per le spese della struttura che sta realizzando il Mose, il sistema di dighe mobili che deve […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Borsellino, l’Antimafia apre gli archivi. Il fratello: “Ora via il segreto di Stato”

prev
Articolo Successivo

Astutillo, il calciatore che ha scelto prima di essere un uomo

next