La concorrenza fiscale sleale di alcuni Paesi a danno degli altri è uno dei principali elementi di destabilizzazione dell’Unione europea, ben più dirompente dei populismi. E il Paese maggiormente penalizzato dai paradisi fiscali europei è proprio l’Italia. A lanciare l’allarme sulle pratiche di alcuni storici membri dell’Ue è stato ieri il presidente dell’Antitrust, Roberto Rustichelli, […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Ecco perché Fuzio deve dimettersi (e non solo lui)

prev
Articolo Successivo

Autostrade, così i concessionari cercano di tenersi i maxi-profitti

next