Con la cultura non si mangia, ma in qualche caso si risparmia. Non solo perché, studiando, si evitano dispendiose ripetizioni extra curricolari, ma anche perché i libri possono risultare determinanti nella vita di tutti i giorni. “Non giudicate questo volume dalla copertina”, è il messaggio lanciato da The Female Company, giovane start up femminista tedesca. […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Guareschi, il Borghese “squilibrato

prev
Articolo Successivo

Le chiavi di casa (di Salvo Montalbano)

next