Ai concerti come allo stadio. La mossa per contrastare il secondary ticketing, il fenomeno del bagarinaggio online dei grandi eventi musicali (esaurimento dei biglietti in pochi minuti e successiva rivendita a prezzi maggiorati su piattaforme secondarie) è quella dei biglietti nominali, come da anni accade per le partite di calcio. A sancirlo è una norma […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Parco Valentino si reinventa ancora e vede “green”

prev
Articolo Successivo

Donatrici fino a 25 anni. Si torna indietro

next