Lo spettro di un Parlamento sovranista incombe sulla crisi virtuale del governo Conte. Ed è per questo che ieri nell’interlocuzione tra il Quirinale e Palazzo Chigi, culminata con un colloquio tra il capo dello Stato e il premier, la parola chiave è stata appeasement. Congelare cioè gli elevati rischi di questi giorni e capire quante […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Tav, Salute e rimpasto: “Non mettiamoci la faccia”

prev
Articolo Successivo

Debito, niente promesse da Tria in risposta all’Ue

next