Li incontri lungo il cammino, e subito capisci perché stiano soffrendo. Gli uomini incarnati da Springsteen: virilmente sentimentali, pervasi da una quieta disperazione, eppure mai domati, come quel fiero mustang che si avventura verso solo lui sa dove. Sì, certo, c’è la Strada nel nuovo album del Boss (il suo diciannovesimo, in uscita il 14 […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Jihadisti, la pena capitale imbarazza Parigi

prev
Articolo Successivo

Debiti e documenti, le bugie di Pamela oltre il caso “Mark”

next