Ci sono fumetti che adattano in un medium diverso grandi romanzi, film, biografie. Grand Hotel Abisso è l’inedito tentativo di trasformare in tavole, disegni e colori (e che colori!) un flusso di idee, polemiche, invettive e contestazioni “contro il sistema” che riempie i social network. Il risultato di questo esperimento è uno spettacolare volume orizzontale, […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Continua la notte di Denis Carbone: a Napoli c’è una setta che uccide i bambini

prev
Articolo Successivo

Le “Piccole donne” non abitano a New York

next