Èuna campagna elettorale davvero esaltante. Il merito è anche di due insigni statisti contemporanei, Pina Picierno e Matteo Salvini. Entrambi, con quel loro gusto antico per il neurone allo stato brado, hanno varcato nuove frontiere. La prima si è inventata un crowdfunding per pagarsi la campagna elettorale. E già qui c’è del dramma, non tanto […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

La vignetta di Franzaroli

prev
Articolo Successivo

Consegne. Amazon investe in Deliveroo. Un business, ma non per i lavoratori

next