Mors tua, vita mea. La fortuna di Virna Toppi è poter approfittare della sfortuna di un’altra ballerina. E che ballerina: Lucia Lacarra, étoile spagnola che rimarrà nella storia della danza per le sue linee perfette (oltre l’umana elasticità), la sua determinazione e la sua sinuosità. Lacarra era attesa a Roma per la Cenerentola in programma […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

“Basta merda. Ora Antonio recita me: un nevrotico”

prev
Articolo Successivo

“Knopfler sciolse i Dire Straits per non rimanerne schiacciato”

next