La avrete, amici rigoristi, la crisi che volete, ma non…

Che brividi, che piacere! Arriva “il conto”, “la stangata”, “la cambiale” da “93 miliardi”. E riparte pure “il pressing Ue” sull’Italia, s’attende “la lettera” di Bruxelles ora o più in là, ma che sia “l’ultimo avviso” al Paese che già vede “una nuova recessione”. Fin qui CorSera, Repubblica e Sole 24 Ore. Poi ci sono […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2019 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.