Èpiaciuto molto, Michele Serra, che ha suonato la carica, ha lanciato la giornata dell’orgoglio dei sapienti. “È l’ora di rivendicare i libri letti come calli sulle mani, smettendola di farsi carico del complesso d’inferiorità degli ignoranti come se l’ignoranza fosse un problema di chi ha letto, non un problema di chi non ha letto”. Come […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Lo Squadrismo mediatico contro la Raggi

prev
Articolo Successivo

Casale 1947, l’omaggio del Grande Torino ai caduti partigiani

next