La trentaduesima edizione del Salone internazionale del Libro di Torino, di scena dal 9 al 13 maggio al Lingotto, sarà una “Festa Mobile”. Lo ha detto ieri Giulio Biino, presidente della Fondazione Circolo dei Lettori, uno degli enti che organizzano la kermesse, alla conferenza stampa di presentazione del programma di Librolandia. Parole, le sue, come […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Con la valigia o sulla croce: Troisi, ultimo attore-poeta

prev
Articolo Successivo

Il “musicistissimo” Rota, fratello di Fellini

next