Se la governatrice per le raccomandazioni brigava negli uffici della Regione, il segretario regionale del suo partito, Gianpiero Bocci, lo faceva invece in via Pallotta: nella sede del Pd. Era lì – negli uffici dell’ex sottosegretario all’Interno con i governi Letta, Renzi e Gentiloni, e attuale segretario regionale dem, Gianpiero Bocci ora finito ai domiciliari […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

testatina

prev
Articolo Successivo

L’ultimo atto di Catiuscia: la proroga dell’arrestato

next