Mentre scrivo non so ancora se Notre-Dame si sarà salvata. Le immagini della sua agonia rimarranno scolpite nella memoria collettiva mondiale, come quelle delle Torri Gemelle a New York diciotto anni fa. Il danno è spaventoso, gravissimo, irreparabile: ma sotto i miei occhi lotta un corpo ancora vivo. Un corpo tutto importante: nelle parti medioevali […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

vignetta franzaroli

prev
Articolo Successivo

Ue e migranti, fermiamo questi crimini

next