L’Historia Augusta nel capitolo della vita di Eliogabalo, l’imperatore giovinetto, stravagante sacerdote del Bolide-Sole, racconta un fatto curioso. Spinto della madre, la bellissima siriana Soemia, il quattordicenne augusto istituì un ‘senatino’ di donne. Il senatino muliebre, con sede sul Quirinale, era presieduto dalla potente Soemia e deliberava, in modo vincolante, su tutto ciò che riguardasse […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

La vita come una recensione: Guglielmi ricorda tutto o quasi

prev
Articolo Successivo

Ancora fischietto Pinocchio

next