Süden è diario di un viaggio in continuo divenire, di un’avventura iniziata come incontro fra culture e poi evoluta in laboratorio creativo di nuovi linguaggi espressivi. Parole italiane e parole tedesche concorrono, e si alternano nel racconto, sorrette da una musicalità che annulla distanze, azzera confini fisici o mentali che siano. L’esperienza continua – alle […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Mötley Crüe, così cattivi da meritare persino un biopic

prev
Articolo Successivo

Diego Galeri e il suo “progetto fantasma”

next