Sorride e giura che per carità, il M5S non ha mica perso. Però subito dopo morde senza citarlo il trascinatore sparito dai radar, Alessandro Di Battista, a cui ricorda che “non è il caso di fare viaggi”. Poi promette che il governo durerà quattro anni, “basta rispettare il contratto”. Ma in serata fa sapere che […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Il doppio forno continua. E si apre il caso Piemonte

prev
Articolo Successivo

Fatto a mano di Natangelo

next