È grande la sede di Facebook a Londra, alti palazzi che si notano poco e affacciano su una corte interna. Prima erano la sede di un centro di smistamento postale della Royal Mail. Si percepisce che all’interno c’è movimento, che c’è chi pensa e progetta. Quando si accede, i colori dell’arcobaleno spiccano in ogni angolo: […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

L’ultimo mistero su Pasolini: agli atti una foto di Carboni

prev
Articolo Successivo

Ancora scandalo: dal terrorismo al password-gate

next