Il termine austerità indica una politica economica di stabilizzazione o riduzione del rapporto tra debito e Pil di uno Stato. La discussione sui pro e i contro dell’austerità in questi anni ha assunto toni duri. Il fronte anti-austerità sostiene che l’aggiustamento ha effetti di contrazione sulla crescita che più che compensano l’effetto diretto sui conti […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 19,99€ per 3 mesi

Articolo Precedente

Banche, rimborsi celeri ai truffati Commissione d’inchiesta al via

prev
Articolo Successivo

Da dove arriva l’onda nazionalista: la sfida dell’identità al tempo della globalizzazione

next