Mettiamo la poesia al Massimo Volume

L’ultimo lavoro della band di Clementi, ridotta a trio, si ispira (anche) alla letteratura
Mettiamo la poesia al Massimo Volume

In tempi nei quali tutto si affastella e si annulla, in un costante bombardamento di informazioni e modalità di consumo da fast food culturale, la sola esistenza di un progetto musicale come i Massimo Volume regala una sensazione di conforto. Emidio Clementi (basso e voce narrante), Egle Sommacal (chitarra) e Vittoria Burattini (batteria) sono abituati […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2019 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.