Come recalca Massimo Recalcati, non ce n’è. Ricalcare, siamo capaci tutti; ma “recalcare” è un’altra cosa, riservata a un unico eletto. Ascoltate come pronuncia il nome del suo nume tutelare, Jacques Lacan. Un fonema inafferrabile per iscritto, in perfetto equilibrio tra Lecan, Locan e Lecon. Da non confondersi né con Alain, né con Elkann, tantomeno […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Sanremo 2019, ma quale truffa: vince chi mette d’accordo tutti

prev
Articolo Successivo

La testatina 1602

next