Domani Giorgio Gaber compirebbe 80 anni. Se n’è andato molto prima, per l’esattezza il Primo Gennaio 2003, ed è verosimile che manchi più lui a noi di quanto a lui manchiamo noi. E questo mondo, che gli faceva sempre più male. Quello che hanno lasciato lui e il suo inseparabile pard Sandro Luporini, senza il […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Il marchio ai nuovi proprietari: il Salone del Libro riparte oggi

prev
Articolo Successivo

Tirate giù la maschera: la Fondazione Dalí contro “La casa di carta”

next