“Misure urgenti per i librai altrimenti chiudiamo tutti”

Paolo Ambrosini - Il presidente dell’Associazione: “Abbiamo proposto due emendamenti, gli editori non facciano muro”
“Misure urgenti per i librai altrimenti chiudiamo tutti”

“Abbiamo bisogno con urgenza di tutele rispetto a un mondo, quello dell’editoria, che ha fatto pagare a noi le proprie scelte aziendali”. Parola di Paolo Ambrosini, presidente dell’Associazione italiana Librai. Molti sono stati gli incontri politico-istituzionali per provare a salvare un “patrimonio”: “Le librerie dovrebbero tornare a essere un punto di riferimento per ogni quartiere, […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2019 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.