L’Inchiesta. Scandali in Africa

L’Eni e l’uomo del Fmi: affare Congo

In Africa Il gruppo italiano ha rapporti con una società fondata da un manager portoghese (indagato) legato al presidente Nguesso, e dall’ex dirigente del Fondo monetario che negoziò il salvataggio del Paese. Molti sospetti su come ha ottenuto licenze petrolifere dal governo

Di Global Witness
18 Dicembre 2018

Salvataggi finanziari e strani affari in Congo Brazzaville: José Veiga, considerato un faccendiere del presidente della Repubblica del Congo, Denis Sassou Nguesso, e sotto indagine per corruzione, ha detenuto una quota di una società petrolifera con legami sia con la francese Total sia con l’Eni. E in quella società aveva come socio l’ex rappresentante dell’Fondo […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 9,99€ per il primo mese
Dopo 15,99€ / mese

Ti potrebbero interessare

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.