C’è ancora chi non spara ai ladri e non se la prende con i migranti

Un libro per Salvini: qualcuno resiste al tripudio degli sgomberi

Sandro Veronesi si è accorto che i “normali” sono rimasti pochi. Ne scrive a Roberto Saviano, (uno di loro, ormai non tanti), raduna e indica in questo suo libro-messaggio (Cani d’Estate, La Nave di Teseo) alcuni nomi di coloro che potrebbero ancora abbaiare. Invia al ministro dell’Interno di questa Repubblica una raffica di messaggi per […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2019 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.