Quando si dice che il pop-rock non ha più alcun appeal nei confronti del pubblico contemporaneo, si dice una mezza verità. In realtà le band di successo ci sono. Peccato che siano quelle sbagliate. In questo senso, quella degli inglesi Mumford & Sons è una case history perfetta per questi anni. Partiti alla fine del […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Van Morrison, profeta del blues a occhi chiusi

prev
Articolo Successivo

’O Diavolo, male e bene all’ombra del Vesuvio

next